La pandemia ha coinvolto tutti gli strati della società e tutte le sue competenze. Nessuno può stare a guardare. Tanto meno la ricerca scientifica che, a servizio della società, svolge il suo ruolo e lo dimostra in alcuni casi esemplari.

Dunque: “Quale è il contributo della ricerca DICCA nello studiare e nel contribuire all’emergenza Covid?”

Lo abbiamo chiesto a due testimoni, impegnati attivamente con i loro gruppi di ricerca:

PATRIZIA PEREGO E ANDREA MAZZINO

Patrizia Perego:

“Il tutto nasce da un'idea che mi è venuta durante il primo lockdown per combattere il dolore e l'impotenza di quel periodo. Io sono milanese e ho e avevo parenti a Milano e Bergamo…” così comincia il suo racconto Patrizia Perego, coordinatrice del Laboratorio di Ingegneria Alimentare del DICCA, insieme ad Alessandro Casazza.

Così è sorta l’iniziativa di ImmUniGE, la soluzione igienizzante, formulata seguendo le direttive dell’OMS (www.who.int): “sono stata subito supportata dalla Protezione Civile, da Spiga Nord e dal nostro Direttore Generale….naturalmente tutti i ragazzi del mio Laboratorio hanno provveduto alla fattiva realizzazione. ImmUniGE è prodotta con processo in continuo e distribuita a tutta la Scuola Politecnica; ci tengo a sottolineare che è nata nel periodo COVID ma è opportuno che il suo impiego rimanga una buona pratica anche in futuro”.

Per maggiori dettagli:

ImmUniGe - Soluzione igienizzante prodotta presso il Laboratorio di Ingegneria Alimentare (https://foodenglab.unige.it/ ) del Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica e Ambientale - DICCA.

Video su Canale YouTube Unige:

https://www.youtube.com/watch?v=zkdaSOFSSM0

(Si ringraziano Regione Liguria, la Protezione Civile e l’Azienda Spiga Nord di Carasco per la fornitura delle materie prime.)

 

 Andrea Mazzino:

“Abbiamo analizzato la fluidodinamica di un colpo di tosse attraverso simulazioni numeriche per mezzo di calcolatori tra i più potenti al mondo” ci spiega Andrea Mazzino, che, con un nutrito gruppo di studiosi ha analizzato il fenomeno dal punto di vista fluidodinamico.

“Il nostro studio identifica due punti cruciali cui la scienza deve dare risposta per permettere una definizione fondata di distanziamento sociale. Allo stato attuale delle conoscenze, il criterio del metro di distanza tra le persone appare fornire un  senso di sicurezza illusorio”.

Ed aggiunge: “Solo la ricerca multidisciplinare (ingegneria, fisica, chimica, biologia, medicina, ...) potrà svelare queste due risposte ancora inevase garantendo così la possibilità di attuare linee guida solide per la difesa da un nemico invisibile ma spietato”.

Risultati della ricerca sui Media:

http://www3.dicca.unige.it/mazzino/Media-Coverage/goccioline-secoloxix.pdf

https://www.rainews.it/tgr/liguria/notiziari/index.html?/tgr/video/2021/01/ContentItem-e3d494c6-8c02-4a08-9f8b-f7629446d79d.html

http://www3.dicca.unige.it/mazzino/Media-Coverage/goccioline-Repubblica.pdf

Risultati della ricerca su pubblicistica scientifica:

1) M. E. Rosti, S. Olivieri, M. Cavaiola, A. Seminara and A. Mazzino, Fluid dynamics of COVID-19 airborne infection suggests urgent data for a scientific design of social distancing, Sci. Rep. 10, 22426 (2020)

2)  M. E. Rosti, M. Cavaiola, S. Olivieri, A. Seminara and A. Mazzino, Turbulence role in the fate of virus-containing droplets in violent expiratory events, Phys. Rev. Res. 3, 013091 (2021)

(dove abbiamo identificato il ruolo cruciale della turbolenza al contributo della diffusione per via aerea del contagio) e

3) G. Seminara, B. Carli, G. Forni, S. Fuzzi, A. Mazzino, A. Rinaldo , Biological fluid dynamics of airborne COVID-19 infection, Rend. Lincei 31, 505–537 (2020)

(dove facciamo una rassegna del problema  della diffusione del contagio  per via aerea)

4)   Report "Problemi aperti nella Bio-fluodinamica del contagio da COVID19”. Commissione per l’Ambiente e le grandi catastrofi naturali, https://www.lincei.it/it/article/problemi-aperti-nella-bio-fluodinamica-del-contagio-da-covid19

5) Servizio su TGR Leonardo (Rainews): link (dal min. 4:34)