Sono indette le elezioni dei presidi delle scuole di scienze matematiche, fisiche e naturali, scienze mediche e farmaceutiche, scienze umanistiche e politecnica per il mandato decorrente dalla data del decreto rettorale di nomina fino al 31.10.2024.

Le elezioni si tengono in modalità telematica da remoto, secondo le modalità di cui all’art. 7 (ELIGO - EVOTING).

Le elezioni si svolgono con il seguente calendario:

PRIMA VOTAZIONE
Data martedì 21.12.2021
Orario apertura e chiusura 9:00 – 17:00

In caso di anomalie tecniche, è prevista un’ulteriore giornata di votazione, in data che sarà comunicata con provvedimento del rettore.

EVENTUALE SECONDA VOTAZIONE
Se nella prima votazione non sono raggiunti i quorum, l’elezione ha luogo in seconda votazione il giorno:
Data giovedì 23.12.2021
Orario apertura e chiusura 9:00 – 17:00

In caso di anomalie tecniche, è prevista un’ulteriore giornata di votazione, in data che sarà comunicata con provvedimento del rettore.

SEGGIO VIRTUALE
Ai sensi dell’art. 20, comma 5, non possono far parte del seggio unico i docenti che intendono candidarsi.

Fanno parte del seggio unico:

componenti effettivi

Prof. Giorgio BAVESTRELLO – scuola di scienze matematiche, fisiche e naturali Presidente
Dott.ssa Barbara GIAMMARINO - scuola di scienze umanistiche Vice-Presidente
Sig. Giuseppe ZARA - scuola di scienze mediche e farmaceutiche  
Dott.ssa Valentina RESAZ - scuola politecnica  
Dott. Fabrizio BUSCAROLI – settore affari generali  
Sig.ra Roberta LOMBARDI – settore affari generali Segretario

componenti supplenti

Dott.ssa Federica IMPERIALE - scuola di scienze matematiche, fisiche e naturali
Sig.ra Nicoletta CESARANO - scuola di scienze mediche e farmaceutiche
Sig. Marco CASTOLDI - scuola di scienze umanistiche
Prof. Giorgio BONI - scuola politecnica

Durante le operazioni il seggio unico opera validamente con la partecipazione di almeno due componenti fra i quali il presidente o il vicepresidente; in fase di scrutinio il seggio unico opera validamente con la partecipazione di almeno tre componenti e decide a maggioranza e, in caso di parità, prevale il voto del presidente.